Camminiamo in un mondo fantastico...
Il cammino di un bambino che cresce è la strada più magica che possa essere mai percorsa.
La nostra missione è tenerli per mano, stimolando la loro naturale propensione alla scoperta, all' apprendimento, ed al gioco.
Ciò che ci attende è un mondo pieno di sorprese e divertimento.... buon viaggio a tutti !!!

Suscitare un comportamento positivo verso una pietanza richiede, da parte delle figure accudenti, l' attivazione di poche e semplici strategie sul bambino. Per prima cosa è utile far vivere il momento del cibo come un opportunità rispetto al pasto ( il bambino ha una sorta di sistema innato di auto-regolazione sulla necessità di alimentarsi ) ed allo scoprire sapori; non si deve far vivere questo momento come una costrizione tesa ad appagare una richiesta dell' adulto ( "se mangi tutto la mamma è contenta" ). E' utile non riempire troppo il piatto e, su richiesta del bambino, fare il bis; in questo modo si evita di creare sentimenti di disagio o pigrizia di fronte ad un piatto pieno di cibo.

Se il bambino non finisce comunque il suo piatto può essere perchè desidera essere imboccato ( soprattutto se è alla fine del pasto ed ha iniziato a mangiare autonomamente da poco ) , oppure perchè semplicemente è subentrata la sazietà. E' necessario gratificare i comportamenti che vogliamo rinforzare, con piccole manifestazioni di compiacimento ( per esempio quando il bambino ha mangiato una quantità apprezzabile oppure ha mangiato con piacere un nuovo cibo, gli battiamo la mani in segno di approvazione ). I bimbi hanno il gusto del bello anche a tavola, per questo è utile rendere un piatto gradevole alla vista ed all' olfatto prima che al gusto, soprattutto nella proposta di nuove pietanze. Riproporre piatti che il bambino ha gradito servirà a stimolare il piacere verso il cibo ed a fissare i sapori. Il cibo è anche un importante indicatore della qualità della comunicazione tra i bambini e le figure che si prendono cura di loro: i piccoli, se adeguatamente incoraggiati ed indirizzati, si sentiranno più liberi e sereni nell' approcciarsi ai diversi cibi. Il bimbo ha la necessità, anche durante il pasto, di essere contenuto ed incanalato dall' adulto rispetto ai piatti che gli verrrano proposti: ciò significa concretamente proporre le pietanze senza cedere ai capricci che può fare il bambino ( ad esempio chiedendo altri cibi ) per evitare che essi aumentino e si estendano anche ad altre circostanze. E' quindi importante che si trasmettano sane abitudini unite al piacere verso il cibo. Da parte dell' adulto è necessario porsi in una posizione di ascolto nei riguardi delle necessità alimentari senza manifestare elevate aspettative vissute come tali dal bambino. Ovviamente queste indicazioni sono fondate in assenza di situazioni meritevoli di essere indagate a livello medico. Vi stupirete nel constatare, nella vita di tutti i giorni, quanto questi semplici ed intuitivi accorgimenti siano validi, come aumenterà concretamente nei bambini non solo l' appetito, ma anche il senso di adeguatezza e la fiducia in sè stessi.

 

Sulla bacheca dell' asilo troverete l'articolo completo, con la metodologia applicata da Fiabaland per favorire l' approccio al cibo da parte dei bambini. Restiamo a disposizione delle famiglie per qualsiasi informazione.